sport per la mente

Sport: sai quanto è importante per la tua mente?

Sin da bambini si consiglia di praticare sport per una corretta crescita. Tuttavia, i benefici dell’attività sportiva si riscontrano in maniera significativa anche a livello Psicologico. L’importanza dello sport per la salute mentale si è evidenziata in maniera particolare durante il periodo del lockdown durante il quale dedicarsi all’attività fisica ha contribuito a contenere stress e frustrazione. Ma in che modo la pratica sportiva migliora la qualità del nostro umore?

Sport: fusione tra corpo e mente

Lo sport è un’attività fondamentale per la nostra crescita. Sul piano della salute fisica i benefici sono innumerevoli anche a livello preventivo: riduce il rischio di obesità, diabete, ipertensione oltre che migliora la postura e la salute a livello osseo e muscolare. Lo sport è fondamentale anche per la crescita personale e l’acquisizione di competenze sociali: grazie allo sport si trasmettono valori quali l’impegno, la lealtà, il rispetto, la cooperazione, la valorizzazione delle diversità e la mancanza di giudizio.

Non c’è errore più grande che considerare separatamente corpo e mente!

I benefici dello sport

Infatti, corpo e mente sono interconnessi e il benessere dell’uno non può esistere senza il benessere dell’altro. Questa interconnessione è evidente per esempio nei Disturbi Psicosomatici, in cui un vissuto emotivo viene manifestato attraverso un sintomo somatico. Ma se il legame tra corpo e mente potessimo sfruttarlo per ottenere effetti positivi sulla nostra psiche? E come? Attraverso lo sport!

Oltre a contribuire al miglioramento di parametri fisici, lo sport apporta diversi benefici dal punto di vista Psicologico. Vediamone alcuni:

  1. Migliora la qualità del sonno: praticare attività fisica contribuisce in maniera significativa a una regolazione del ritmo sonno-veglia migliorando la qualità del riposo e riducendo i risvegli notturni.
  1. Previene il deterioramento cognitivo: recenti studi hanno dimostrato che nel 40% dei casi di persone che praticano costantemente attività fisica si riduce il rischio di sviluppare una Demenza dopo i 65 anni.
  1. Riduce i livelli di stress: quando siamo sotto stress, il nostro corpo produce una maggiore quantità di Cortisolo, altrimenti noto come “ormone dello stress”. Durante l’attività fisica il corpo riassorbe il cortisolo riducendo quindi il livello di ansia e stress.
  1. Favorisce il buon umore: durante l’attività fisica c’è un aumento del rilascio delle Endorfine, neurotrasmettitori assimilabili per i loro effetti a Oppio o Morfina e per questo definite spesso “Antidolorifici naturali”. Infatti, la produzione di Endorfine allevia il dolore, contiene lo stress e provoca uno stato di eccitazione ed euforia. Affinché questi effetti siano più duraturi è necessario che l’attività sportiva sia praticata con costanza e per un determinato lasso di tempo minimo anche se i primi effetti si possono già riscontrare dopo c.ca 25 minuti di attività fisica, specie se ad alta intensità.
  1. È un’occasione di socializzazione: la pratica sportiva contribuisce allo sviluppo e il potenziamento delle competenze sociali.
  1. Favorisce una migliore percezione di sé e un maggior senso di autoefficacia.
  1. Aumenta la motivazione. 
  1. È un ottimo alleato nei percorsi di Psicoterapia o Supporto Psicologico. 

Quali sport prediligere?

Non esiste uno sport migliore di un altro per favorire il benessere psicologico. La scelta dello sport dipende da preferenze o predisposizioni personali.

Sicuramente sport individuali come la corsa o il nuoto favoriscono una maggiore impronta a livello di disciplina e concentrazione, mentre sport di gruppo lavorano su altri aspetti quali:

  • Aumento della socializzazione
  • Adattamento alle regole sociali
  • Aumento delle capacità di affrontare imprevisti e delusioni ragionando insieme
  • Lavoro sulla cooperazione

Infatti negli sport di gruppo sono necessarie alleanze e fiducia reciproca per ottenere un buon risultato. Il successo non si può ottenere senza un lavoro di squadra. Questo tipo di sport, come calcio o basket, è ideale per esempio per personalità particolarmente timide e introverse poiché può favorire una maggior apertura verso l’Altro, nonché aumentare l’autostima senza temere il confronto con l’Altro.

Tra gli sport individuali, oltre quelli già noti, risultano particolarmente efficaci anche quelli da combattimento (Muay Thai, Boxe, eccetera), spesso considerati in maniera riduttiva come semplici valvole di sfogo ma al contrario determinanti per il lavoro sui seguenti aspetti:

  • Sviluppo di una maggiore forza interiore.
  • Aumento del senso di disciplina.
  • Aumento autostima.
  • Gestione di emozioni quali rabbia, ansia o stress.
  • Aumento concentrazione.

Questo tipo di sport è spesso consigliato durante la fase di crescita o nel caso di adolescenti con difficoltà di tipo comportamentale poiché molto utile per imparare a gestire emozioni ad alto impatto come ansia e rabbia veicolandole attraverso un uso funzionale del proprio corpo.

Che sia di gruppo o individuale, lo sport contribuisce alla strutturazione di una personalità più consapevole e sicura di sé nonché a una piena consapevolezza del proprio corpo.

Nondimeno attraverso lo sport è possibile scaricare le tensioni della giornata, liberando la mente e rendendola quindi capace di affrontare lucidamente le varie situazioni che si presentano. Proprio per questo in un percorso di sostegno psicologico è di grande supporto la pratica dell’attività sportiva.

Ultimi post

Categoria: Psicologia

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere