dieta in estate

Dieta in estate: perché si può (e si deve) fare!

Quante volte ci è capitato di procrastinare un’azione perché non ci è sembrato il momento più opportuno per farla? Ci sarà capitato anche con la famigerata dieta. Eppure iniziare la dieta d’estate non solo si può, ma ci farà sentire anche benissimo!

Gli ostacoli che possiamo incontrare seguendo la dieta in estate

Tra i fattori che possono ostacolare il percorso dietetico ci sono:

  1. Le numerose “cene fuori”;
  2. La mancata voglia di mettersi ai fornelli;
  3. Cali di pressione e stanchezza;
  4. L’irrefrenabile voglia di junk foods e gelati;

Come per tutti gli ostacoli esiste il modo per superarli; esiste infatti una soluzione per ciascuno di questi fattori.

#1 I pasti fuori casa

Non bisogna privarsi dei momenti di convivialità ma se si esce più volte nella settimana a cena fuori bisogna scegliere cosa ordinare con CONSAPEVOLEZZA. Se, per esempio, il lunedì si ordina una pizza, il giorno successivo si opta per una tagliata di pollo e il giorno successivo ancora per una grigliata di pesce, moderando l’introito calorico negli altri pasti della giornata. In questo modo è possibile seguire il percorso dietetico senza, però, rinunciare ad inviti di amici e parenti che, soprattutto in questo periodo pandemico, aiutano ad alleviare lo stress della vita quotidiana.

#2 La voglia di cucinare

Abbiamo la fortuna di vivere in un posto in cui è possibile reperire costantemente frutta e verdura fresche di stagione. È importante introdurre cinque porzioni di frutta e verdura al giorno per fare il pieno di vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti. Anche se non vogliamo cucinare due sono le cose che non dobbiamo assolutamente fare: saltare i pasti e acquistare la prima cosa che capita al supermercato.  Esistono numerosissimi PIATTI SFIZIOSI senza accendere i fornelli. Se andiamo di fretta basta prendere del salmone selvaggio, fonte di proteine e grassi buoni; delle verdure crude, fonte di acqua, vitamine, sali minerali e fibre; del riso nero, fonte di carboidrati, fibre e proteine, accompagnati dall’olio extravergine d’oliva ed il piatto è servito.

#3 La stanchezza

La spossatezza derivante dall’aumento di temperature può costituire una scusante nel non seguire un piano dietetico. Anche se si è stanchi, tuttavia, si può adottare una alimentazione bilanciata. Il requisito fondamentale è l’ORGANIZZAZIONE. Fare un calendario settimanale con quello che si preferisce mangiare può aiutare tanto: in questo modo si sceglieranno pietanze più veloci o più elaborate a seconda degli impegni e degli orari lavorativi. E se dovesse subentrare l’imprevisto allora bisognerà comportarsi come descritto al punto precedente.

#4 Il cibo spazzatura

Non è l’evento occasionale che fa riacquistare i kg persi o fa mandare a rotoli l’obiettivo raggiunto. L’importante è la quantità e la frequenza del cibo che introduciamo. Se, per esempio, si ha voglia di un gelato il venerdì sera, senza compromettere in alcun modo il percorso dietetico, basta ridurre il consumo di alimenti più ricchi di zuccheri e grassi nella giornata. Una idea potrebbe essere fare una colazione salata e mangiare meno pane la sera, preferendo invece una buona fonte di proteine con un contorno di verdure.

Come l’idratazione e lo stile di vita influiscono sulla dieta in estate

Ci sono poi da considerare altre due azioni di notevole importanza; ovvero quello legato all’idratazione e al mantenimento di uno stile di vita attivo.

Idratarsi a sufficienza

Spesso scambiamo quella che è semplicemente sete con la fame. Ricordiamo che nella stagione estiva perdiamo una gran quantità di liquidi ed è opportuno reintrodurli con costanza. L’acqua, inoltre, facilita il trasporto dei nutrienti e aiuta il transito intestinale, fattori indispensabili per garantire un buon percorso dietetico.

Mantenere uno stile di vita attivo

Non significa solo andare in palestra tre volte a settimana o camminare 4 volte a settimana per mezz’ora ma essere dinamici e spostarsi il più possibile. Alcune strategie utili sono: parcheggiare la macchina lontano; preferire sempre le scale all’ascensore; lasciare degli oggetti lontano in modo da alzarsi più volte per recuperarli; preferire la bici all’automobile.

Non è difficile iniziare o perseguire un percorso dietetico d’estate, visto? Fateci sapere le vostre sensazioni nei commenti!

Ultimi post

Categoria: Nutrizione

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere