Lo sperone calcaneare

Lo sperone calcaneare: cause e rimedi del dolore al tallone del piede

Il dolore ai piedi è un fenomeno molto diffuso, soprattutto per coloro che trascorrono molto tempo in piedi o facendo attività che richiedono una continua postura eretta, magari anche sotto sforzo. Tra le forme di dolore più fastidiose c’è quella dello sperone calcaneare, una condizione che colpisce il tallone e che ha tra i suoi principali sintomi proprio il dolore acuto e localizzato in questa zona della pianta del piede. Scopriamo meglio di cosa si tratta e cosa fare per alleviare e curare il fastidio.

Cos’è lo sperone calcaneare

Con il termine di sperone calcaneare si fa riferimento a una vera e propria infiammazione del tallone. Più precisamente è un fenomeno che provoca la formazione di tessuto osseo (esostosi) nella zona del calcagno. Lo sperone calcaneare si forma in relazione alla cronicizzazione di alcune patologie al carico del piede, come la fascite plantare, l’artrosi del piede e l’infiammazione del tendine d’Achille. Il dolore, come detto, è uno dei principali sintomi e quasi sempre l’elemento che porta a diagnosticare questa condizione, ma non è raro che lo sperone calcaneare si sviluppi in maniera asintomatica lungo un lasso di tempo di diversi anni.

Cause, sintomi e fattori di rischio

Lo sperone calcaneare è una patologia degenerativa che si sviluppa quando le patologie a essa associate determinazione la formazione di depositi di sali di calcio che causano la formazione del tessuto osseo e, quindi, dell’infiammazione che è poi alla base del dolore acuto.

Generalmente lo sperone calcaneare si forma come conseguenza di un sovraccarico, spesso dovuto alla postura eretta durante il lavoro o anche a una condizione di sovrappeso che aumenta il carico sugli arti inferiori. Sono poi da considerare i fattori di rischio come l’utilizzo di calzature inadeguate che sollecitano eccessivamente la parte posteriore del piede e lo svolgimento di attività sportive in maniera scorretta o senza prestare tempo e cura alla fase iniziale di riscaldamento.

A contribuire allo sviluppo dell’estensione ossea del calcagno ci sono anche tutte le malformazioni del piede, come il piede valgo o la presenza di un’arcata plantare eccessivamente piatta, che possono favorire la formazione di una condizione di questo tipo.

Oltre al dolore acuto, come una fitta, nella zona del tallone, che aumenta durante i passi o premendo nella zona interessata e che tende a ridursi stando a riposo, per alcuni lo sperone calcaneare si sviluppa senza particolari sintomi o fastidi. Se non prontamente riconosciuto e trattato, però, lo sperone calcaneare può evolvere in condizioni più critiche che possono portare a una riduzione della mobilità articolare, un’infiammazione dell’articolazione, una compressione delle strutture vicine che possono portare anche a dolori al ginocchio e forme di lombalgia.

Rimedi e cure per lo sperone calcaneare

Lo sperone calcaneare

L’ortopedico che esegue il controllo del piede verifica la deformità dell’articolazione e in base ai sintomi riferiti valuta il ricorso a un’ecografia, di una radiografia o di una risonanza magnetica con le quali verificare la gravità della condizione.

I rimedi per lo sperone calcaneare hanno lo scopo di alleviare i sintomi e ridurre la rigidità dell’articolazione sviluppata a seguito della formazione dell’esostosi. Per questo il trattamento prevede un percorso fisioterapico costruito a misura per ogni singolo nostro assistito, che generalmente prevede 3 distinte fasi:

  • Onde d’urto e Laserterapia ad alta potenza per contrastare il dolore e l’infiammazione;
  • Le manipolazioni per sbloccare la rigidità articolare del piede, allentare le tensioni muscolari di tutta la catena cinetica posteriore e recuperare così la piena mobilità;
  • Esercizio terapeutico posturale, di rinforzo muscolare e propriocettivo, per riequilibrare sia la postura che l’appoggio plantare di entrambi i piedi.

Come spesso accade si ricorre all’intervento chirurgico per lo sperone calcaneare solamente nei casi in cui il trattamento conservativo si rivelasse inefficace. L’intervento chirurgico prevede l’asportazione dello sperone calcaneare in modo da eliminare il dolore e ripristinare il corretto movimento articolare. L’intervento è solitamente mininvasivo, ma in caso di recidive si può valutare con interventi più complessi e profondi nella zona del tallone.

Se lamenti dolori al piede, specialmente nella zona del tallone e sospetti la presenza di uno sperone calcaneare, prenota una visita presso il nostro centro. Dopo un’attenta e profonda diagnosi sapremo indicarti la miglior terapia per restituirti il piacere e la tranquillità di camminare.

Ultimi post

Categoria: Fisioterapia e Riabilitazione

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere