lesione menisco

La lesione del menisco: cause, cura e consigli

Tra gli infortuni a carico del ginocchio la lesione del menisco è una delle più diffuse, anche perché è un fenomeno trasversale che interessa tanto i giovani che gli adulti. I primi, specialmente gli atleti, sono esposti a infortuni di tipo traumatico, mentre i secondi, specialmente dopo i quarant’anni, sono coinvolti in un processo degenerativo che possono provocare questa conseguenza.

Cause e fattori di rischio

Il menisco è allo stesso tempo una struttura elastica e rigida che si trova all’interno del ginocchio con lo scopo di assorbire gli urti, distribuire i carichi, ammortizzare i movimenti tra tibia e femore e, ancora, dare stabilità al ginocchio durante le sollecitazioni meccaniche che subisce in fase di cambio di direzione repentino, corsa o salto.

Nel ginocchio si trovano due menischi: quello laterale e quello mediale e sono strutture composte da fibrocartilagine che si spostano per effetto dell’azione svolta dai legamenti e dai capi articolari. Come anticipato i menischi possono danneggiarsi a seguito di un evento traumatico (distorsioni o traumi al ginocchio) o a causa di processi degenerativi associati all’usura dell’articolazione.

Le lesioni del menisco si suddividono in base alla sede interessata e alla forma. Nel primo caso si parla di lesioni del corno posteriore, lesioni del corno anteriore e lesioni del corno meniscale. Per la forma si parla di lesioni longitudinali, radiali, orizzontali e con flap meniscale. La causa principale è la distorsione del ginocchio oppure la meniscopatia degenerativa, che non è una vera e propria rottura del menisco ma una forma preventiva di artrosi del ginocchio.

Quali sono i sintomi della lesione del menisco?

I principali effetti della lesione del menisco sono il dolore, il gonfiore al ginocchio e la difficoltà di muoverlo, tanto che si parla di ginocchio bloccato. Nel caso di eventi traumatici il dolore è immediato subito dopo la distorsione e spesso si ha la percezione, durante i movimenti, dello scatto dei componenti interni del ginocchio. Le lesioni del menisco possono provocare infiammazioni con versamenti all’interno dell’articolazione che determinano il gonfiore la riduzione die movimenti dell’articolazione fino al punto di compromettere lo svolgimento delle normali funzioni quotidiane. Nei fenomeni degenerativi, invece, il dolore aumenta nel corso del tempo tanto che inizialmente può essere sottovalutato.

Come si cura la lesione del menisco?

La lesione al menisco viene diagnosticata in sede di visita medica durante la quale lo specialista verifica i sintomi segnalati dal paziente. La risonanza magnetica del ginocchio, e in alcuni casi anche la TAC, sono indagini strumentali che consentono di verificare la morfologia e la condizione del ginocchio in modo da individuare la terapia migliore.

La cura per la lesione del menisco può essere di tipo conservativo o chirurgico.

Nel primo caso il fisioterapista, oltre a prescrivere farmaci topici per la gestione dei sintomi (antidolorifici, antinfiammatori, eccetera) sviluppa un piano di fisioterapia ad hoc con lo scopo di recuperare la mobilità articolare, potenziale muscoli come il quadricipite, i flessori femorali ed i glutei, consentire una corretta gestione dei carichi sull’arto, recuperare la stabilità e ripristinare il corretto utilizzo dell’arto.

L’intervento chirurgico, eseguito in artroscopia, è volto a ricostruire o saldare il menisco, evitando il più possibile l’asportazione completa (meniscectomia) in quanto provocherebbe un danno, con a volte anche peggioramento dei sintomi, e il rischio di insorgenza precoce di artrosi al ginocchio (chiamata gonartrosi).

I tempi di recupero variano in base alla gravità dell’intervento e al coinvolgimento o meno di altre strutture anatomiche. In caso di lesioni isolate i tempi di recupero si aggirano intorno ai 20-30 giorni, mentre nei fenomeni più complessi può essere necessario attendere anche più di un mese.

In tutti i casi la fisioterapia è fondamentale per consentire il recupero del tono muscolare finalizzato alla ripresa graduale dell’attività sportiva per evitare di sforzare eccessivamente un ginocchio debole e come tale a maggior rischio di infortunio.

Soffri di dolori al ginocchio, hai avuto distorsioni o problemi a quest’articolazione? Prenota subito il tuo appuntamento con i nostri fisioterapisti per fare un controllo completo e gestire correttamente i sintomi e la riabilitazione.

Ultimi post

Categoria: Clinica del calcio

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu