La tenosinovite del CLB di spalla

La tenosinovite del CLB di spalla: cos’è e come si cura

Tra i muscoli più importanti per la stabilizzazione della spalla troviamo, insieme alla cuffia dei rotatori, il capo lungo del bicipite (CLB). Questo muscolo può essere oggetto di diverse patologie e condizioni, che generalmente si manifestano con un dolore nella zona anteriore della spalla. Tra le patologie più comuni a carico della spalla troviamo le tendiniti, le rotture, le lussazioni e le sublussazioni, le SLAP (Superior Labrum from Anterior to Posterior) e la tenosinovite. Poniamo la nostra attenzione sulla tenosinovite del CLB di spalla, essendo una condizione dolorosa che può causare anche una limitazione della mobilità articolare.

Cos’è la tenosinovite

La tenosinovite è propriamente una forma di tendinopatia (l’infiammazione di un tendine), nella quale l’infiammazione ha coinvolto il rivestimento della guaina del tendine. Tendinite e tenosinovite sono due condizioni distinte sebbene spesso si presentano contemporaneamente.

La guaina del tendine è una struttura composta da due strati di tessuto, uno interno sinoviale e uno esterno fibroso. Quello interno produce l’omonimo liquido che permette al tendine di scorrere liberamente all’interno della propria sede riducendo l’attrito con le strutture circostanti. L’infiammazione può condizionare la guaina sinoviale, rendendola più dura o irregolare e causando una condizione dolorosa che può essere cronica o acuta.

Caratteristiche del CLB di spalla

Il capo lungo del bicipite (CLB) è uno dei due tendini che forma il bicipite. Origina dal polo superiore della cavità glenoidea a si inserisce sulla tuberosità bicipitale del radio tramite la porzione anteriore del braccio. Questo tendine si occupa della stabilizzazione anteriore della testa omerale, della flessione dell’avambraccio sul braccio e contribuisce all’elevazione del braccio.

Cause e sintomi

Come tutte le tenosinoviti ne esistono due tipologie: quella stenosante e quella essudativa. La prima è generalmente causata da una continua sollecitazione dei tendini (come quando si alza il braccio sopra il livello della spalla) ed è un disturbo comune che interessa coloro che svolgono determinate attività lavorative (suonare uno strumento musicale, scrivere al computer, eccetera). La forma essudativa è invece legata prevalentemente a patologie croniche come l’artrite reumatoide e le connettiviti.

Le cause responsabili di una tenosinovite del CLB di spalla possono essere di tipo meccanico o sistemico. Nel primo campo rientrano i traumi e le sollecitazioni eccessive del tendine, mentre nel secondo le malattie autoimmuni, le infezioni, le malattie del metabolismo (come il diabete) e quelle della tiroide.

Oltre al dolore, la tenosinovite del CLB di spalla si manifesta con sensazione di gonfiore, sensazione di calore, rigidità dell’articolazione e limitazione del movimento della spalla.

Cura e trattamenti

Uno dei principali ostacoli alla gestione e al trattamento della tenosinovite del CLB di spalla è legato alla difficoltà di giungere a una conferma diagnostica. Per questo la risonanza magnetica, la tomografia assiale computerizzata e soprattutto l’ecografia muscolo-scheletrica sono considerate il mezzo d’elezione per la diagnosi della tenosinovite del CLB di spalla, in quanto permettono di individuare la presenza di liquido sinoviale.

La cura della tenosinovite del CLB di spalla è sostanzialmente fisioterapica. Il ricorso all’intervento chirurgico si rivela necessario solo nelle rarissime forme più gravi prevedendo una sinoviectomia, l’asportazione delle guaine sinoviali danneggiate.

La fisioterapia contribuisce a ridurre dolore, edema e infiammazione grazie alla terapia fisica ad alta potenza (Tecarterapia, Laserterapia) e si rivela indispensabile anche per il ripristino della funzionalità della guaina.  La Manipolazione fasciale, invece, consente non solo di migliorare la mobilità della spalla, ma anche di prevenire – specialmente nei soggetti a rischio – l’insorgenza di questo disturbo. A completamento del percorso fisioterapico, vanno eseguiti specifici esercizi terapeutici per il rinforzo muscolare e il ricondizionamento tendineo della spalla.

Soffri di disturbi alla spalla o svolgi lavori e attività sportive che la sollecitano eccessivamente? Prenota una visita presso il nostro Centro e troverai informazioni e assistenza di qualità per la tua salute e il tuo benessere psicofisico.

Categoria: Spalla in salute

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere